12/11/2021

Applicazioni pratiche del Digital Signage

un nuovo approccio alla vendita nell’era del COVID-19

Ormai la Digital Revolution è sulla bocca di tutti, non si fa che perlare di Digital Signage per lo Smart Retail del domani.

In pochi però riescono effettivamente ad immaginare il futuro ed a trovare applicazioni pratiche ed efficaci in un contesto completamente nuovo, pieno di sfide, come quello che abbiamo ereditato dalla recente crisi globale dovuta alla pandemia. 

 

Vorremmo portarvi insieme a noi alla scoperta di questa nuova era, mettendo a vostra disposizione la nostra chiave di lettura per la "nuova normalità" che ci attende.

 

Informazioni a schermo sulle misure anti-covid

Gli esperti medici affermano che la funzione primaria di una mascherina, al di fuori dell'ambiente ospedaliero, è quella di impedire che gli altri si ammalino. C'è anche una ragione sociale per indossare una mascherina. Dimostra che ci tieni, che sei sensibile ai sentimenti degli altri e che stai adottando misure proattive per contribuire alla ripresa.

Qualsiasi distribuzione digitale interattiva rivolta al pubblico può perseguire le stesse finalità, sensibilizzando e mostrando consapevolezza, indicando ai potenziali utenti che le persone responsabili di un particolare punto vendita hanno a cuore la salute dei clienti e dei loro dipendenti.

Gli schermi dovrebbero raccomandare visivamente le migliori pratiche sia per l'uso dei touchscreen che le buone pratiche sociali: lavarsi o disinfettarsi le mani dopo l'uso, ridurre al minimo i tocchi del viso, incoraggiare l'uso dei guanti.

 

Stazioni disinfettanti per le mani

Più queste stazioni sono visibili, meglio è. La messaggistica sugli schermi dovrebbe sottolineare la presenza di queste stazioni incoraggiando l'uso del disinfettante. COVID è un nemico invisibile, quindi è necessario rendere le precauzioni quanto più evidenti possibile.

La sfida, ovviamente, è mantenere una buona scorta di disinfettante, il che ci porta al punto successivo.

 

Programmi di pulizia visibili pubblicamente

Chi si occupa della gestione del punto vendita dovrebbe essere esplicito su quando e con che frequenza viene effettuata la pulizia.

Le persone probabilmente anche dopo l’emergenza diffideranno di tutte le superfici. La responsabilità dei retailers è quella di riconquistare quella fiducia e avere un programma di pulizia affidabile e pubblicamente visibile.

Questo significa anche pulire e ricaricare le stazioni disinfettanti. La frequenza di una o due volte al giorno è probabilmente sufficiente, in particolare se sono stare rispettate anche le due linee guida precedenti.

 

Alternative touchless per l'interattività

Questo nuovo mondo è il mondo del touchless. Ecco una rapida occhiata alle alternative più comuni e utili da implementare:

  • RFID / NFC

Diverse tecnologie con lo stesso obiettivo fondamentale: associare ID univoci a oggetti unici e trasmettere tali ID a qualsiasi ricevitore nelle vicinanze. Un caso d'uso perfetto: scenari classici “lift-and-learn” che si possono già trovare nella vendita al dettaglio. Un esempio? Quando l'elemento A viene sollevato, ovvero quando un particolare oggetto “taggato” viene sollevato dal ricevitore o appoggiato su di esso, lo schermo riproduci un video o una specifica playlist. Questa tecnologia è molto utile anche per l’intera digitalizzazione dei cataloghii

  • Sensori e Internet of Things

Quando viene rilevato un movimento da parte del cliente, eseguire un determinato contenuto o compi una selezione. Quando la temperatura aumenta, promuovere una bevanda fredda. I sensori e gli oggetti consentono di reagire al mondo in tempo reale e di farlo in modo significativo per i clienti.

  • Computer Vision

Grazie all’utilizzo di telecamere per identificare in modo anonimo fascia di età, sesso, emozioni, posa della testa, tempo di permanenza e altro della persona o delle persone di fronte a uno schermo, è possibile distribuire contenuti basati su dati demografici particolari. Inoltre, con la visione artificiale, non solo si può personalizzare l'esperienza, ma è possibile arricchisci anche il set di dati che si raccogono per l'analisi.

  • Attivazione vocale

Da Alexa e Siri a servizi di nativi su Windows, oltre ad alternative API plug-and-play di terze parti: non mancano i meccanismi in grado di acquisire comandi verbali e convertirli in azioni. È un approccio autenticamente touchless.

 

Nessuna di queste modalità si esclude a vicenda, né l'una dall'altra né con quelle che prevedono il ricorso al tatto. Possono essere facilmente complementari, con l'obiettivo minimo di offrire agli utenti modalità di utilizzo alternative.

ALTRE NEWS